Matteo Renzi

Cultura, le prossime inaugurazioni a Firenze

FirenzeMuseo del Novecento, nuovo Teatro dell’Opera, nuovi spazi e foyer del teatro romano a Palazzo Vecchio. Importanti e di grande suggestione le inaugurazioni in programma per i prossimi mesi a Firenze in ambito culturale. Già fissate le date per il taglio del nastro al Museo del 900, il 30 aprile, e al nuovo Teatro dell’Opera, il 10 maggio. Sempre a maggio l’apertura del foyer di Palazzo Vecchio che consentirà un nuovo accesso ai sotterranei e agli scavi del teatro romano.

“L’Italia cambi verso e investa sui beni culturali: a Firenze lo stiamo facendo – ha sottolineato il sindaco Matteo Renzi presentando alla stampa le novità del 2014 sulla cultura – Per la città di Firenze – ha proseguito – stanno per concretizzarsi molti progetti impostati all’inizio dei nostri cinque anni di mandato: dal Museo del Novecento fino al Nuovo Teatro dell’Opera, la cui inaugurazione è prevista il 10 maggio, dal Palazzo Vecchio rinnovato con i nuovi spazi e il prossimo foyer del teatro romano fino ai progetti per i restauri di varie opere o all’allestimento degli Arazzi del Bronzino nel Salone dei Duecento. Grazie all’impegno diretto in prima persona di migliaia di cittadini, Firenze sta sperimentando che è bello anche il futuro, non solo il passato”.

Nel nuovo museo del Novecento, che troverà casa all’ex convento delle Leopoldine, in piazza Santa Maria Novella, verranno esposte tra l’altro opere di De Chirico, Sironi, Carrà, Morandi, Marini, Sassu, Guttuso, Barni, Ranaldi, Mannucci, Salvadori, Loffredo, Berti, Farulli, Magnelli e De Pisis. Si tratta di quasi 2600 metri quadrati, distribuiti su 5 piani e un chiostro interno, con 800 metri quadrati di superficie espositiva in 20 sale.

Continuano intanto i lavori delle Grandi Oblate, il progetto di raddoppio degli spazi della biblioteca di via dell’Oriuolo che si trasformerà in una public library a scaffale aperto sul modello europeo (tre milioni di investimento di cui il 60% dell’Ente Cassa di risparmio di Firenze), e quelli del progetto Florence I care, che prevede l’aiuto di privati nei restauri dei beni culturali cittadini: a breve partiranno i lavori di recupero di quattro fontane (San Niccolò, Santo Spirito, Santissima Annunziata e Fonticine) per 350 mila euro di investimento.