Matteo Renzi

Enews 519, venerdì 2 marzo 2018

Ultima enews prima del voto.

Ho ancora addosso i brividi dell’emozione, il calore del vostro abbraccio.

È stata una serata indimenticabile e vorrei ringraziarvi dal profondo del cuore.

In questi mesi hanno fatto di tutto per farci del male. Si sono inventati prove false, scandali, intrighi imbarazzanti.

Ma alla fine di questo triste teatrino, noi ci siamo, più forti di sempre. Più forti di loro.

Noi siamo orgogliosi delle riforme di questi anni, dei risultati economici, del fatto che l’Italia è ripartita. Dopo cinque anni questo Paese ha qualche diritto in più e qualche tassa in meno ed è tutto merito del PD.

Siamo orgogliosi di aver fatto una campagna elettorale sui contenuti e non sulle favole, sui risultati e non sulle bugie. Siamo orgogliosi di non aver mai insultato nessuno mentre quelli che ci odiavano hanno riempito i social delle loro fake news, utilizzato piazze semivuote per il loro rancore.

Abbiamo le idee migliori, la squadra più forte, i risultati più concreti.
Adesso bisogna lavorare sugli ultimi indecisi per chiedere un voto per la speranza contro la rabbia.

Per il coraggio contro la paura. Per il PD contro gli estremisti.
Possiamo essere il primo gruppo parlamentare. Ma per farlo abbiamo bisogno dello sforzo di tutti. Mancano poche ore. Vi chiedo di fare uno sforzo per raggiungere le persone che stanno ancora riflettendoci. E vi chiedo di farlo, forti del nostro orgoglio.
Grazie per aver cantato con me, alla fine, l’inno di Mameli. Questa campagna elettorale è stata segnata da chi ha sparato a Macerata e poi si è messo il tricolore sulle spalle. Quella bandiera non gli appartiene. I simboli dell’unità d’Italia sono di chi ama questo Paese, non di chi odia. Concludere la campagna elettorale con l’inno di Mameli cantato all’unisono da migliaia di persone mi ha emozionato e commosso. Sono fiero di essere uno di voi, amici. Mi avete dato tanto, vorrei solo restituirvi un po’ della forza e dell’affetto che in ogni occasione mi manifestate. Chi odia non può capirci.

Noi siamo una comunità di donne e uomini che vive la politica come servizio. E non si ferma davanti alla paura. Orgoglioso della vostra forza, amici. Avanti, insieme.

Nella giornata di domani, sabato, rispetteremo il silenzio elettorale pubblicando sui social solo materiale di archivio.

Qui trovate

Grazie per tutto ciò che potrete fare in queste ore, amici.
E buona notte di cuore,

Un sorriso,
Matteo