Matteo Renzi

La verità su: presunto danno erariale

La Corte dei Conti ha aperto un procedimento nei confronti della giunta provinciale allora presieduta da Renzi per presunto danno erariale di 2 milioni di euro.

Più volte è stata ribadita l’amarezza al riguardo, anche considerato che quella giunta ha apportato un risparmio per l’Erario ed i cittadini, tagliando le tasse, le consulenze ed il personale.

Le tasse provinciali sono state ridotte, un caso più unico che raro di diminuzione della fiscalità. Nello stesso periodo il personale della Provincia è diminuito da 929 a 903 persone, con il dimezzamento del numero dei dirigenti. L’accusa è che le segreterie politiche del presidente e degli assessori sarebbero state inquadrate a un livello più alto di quello previsto dalla legge.

Stiamo parlando di circa 25 persone con contratto a tempo determinato per cinque anni che avrebbero preso, per decisione di tecnici che hanno applicato un regolamento, 1.200 euro al mese invece che 1.150.

Non si tratta delle assunzioni a tempo indeterminato di parenti e amici che abbiamo visto in altre amministrazioni del Paese.

Quando cambia amministrazione, infatti, il personale “a chiamata diretta” va a casa, come è giusto che sia perché l’incarico previsto dalla legge è fiduciario.

Così è accaduto a queste quattro persone. Ciò detto, a differenza di certi politici che i processi tentano di non farli Renzi li ha affrontati.

Ebbene, a fronte di un danno presunto nell’avvio del procedimento pari a 2 milioni e 155 mila euro, la richiesta dei giudici di primo grado è risultata pari a soli 14 mila euro.

In sostanza, è bene puntualizzare, che dalla richiesta di “oltre due milioni di euro” si è arrivati a una condanna che ribalta totalmente l’impostazione della procura.

Ciò nonostante, il Sindaco ha intenzione di procedere con l’appello al fine di vedere decadere il fondamento stesso della contestazione.

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Dal Blog

Devo fare i complimenti alla concorrenza 14 giugno 2017

Devo fare i «complimenti alla concorrenza». Già, perché quelli del Movimento Cinque Stelle sono stati bravi. Dico d...

Leggi tutto
Dopo gli eventi di Londra 04 giugno 2017

Penso sia impossibile trovare le parole giuste dopo ciò che è accaduto, ancora una volta, a Londra. L’odio contro l...

Leggi tutto
Dire la verità 16 maggio 2017

Questa mattina Il Fatto Quotidiano pubblica con grande enfasi delle intercettazioni tra me e mio padre. Risalgono a qua...

Leggi tutto

Gli ultimi Tweet