Matteo Renzi

A Sant’Anna di Stazzema

Tanta emozione, oggi. Ho incontrato i bimbi di Sant’Anna di Stazzema scampati miracolosamente alla furia nazifascista di Sant’Anna di Stazzema oltre 70 anni fa. E c’erano i bambini di oggi, quelli di una scuola di Camaiore. C’era tanta altra gente: cittadini, ministri, candidati, deputati. C’era il PD. Una mattinata in questo luogo sacro per dire che la memoria dovrebbe unire, non dividere. Che l’antifascismo è patrimonio di tutti perché sull’antifascismo si basa la nostra storia. Che lo Stato di oggi è forte, che la democrazia non corre rischi, che le Istituzioni sono solide. Ma anche che occorre vigilare, lottare contro l’ignoranza, educare. Alla fine i sopravvissuti ci hanno ringraziato. Ma siamo noi a dir loro grazie: una mattinata spesa benissimo. Solo chi ha una memoria forte può permettersi un futuro degno di questo nome.

</