Matteo Renzi

Matteo Renzi: «Bene la lettera della Bce il Pd deve essere coerente»

\n

sole24ore2

\n

Stretta sulle pensioni con l`estensione del metodo contributivo per tutti. Mettere la patrimoniale solo dopo aver tagliato la spesa pubblica. Liberalizzare le professioni, abolire il valore legale del titolo di studio. Anche queste idee faranno parte del “Big bang” di Matteo Renzi, l`iniziativa che partirà da venerdì a Firenze alla stazione Leopolda. Un presidio pre-primarie, ma lui nega.

\n

Il Pd per il dopo-Berlusconi candida Monti: secondo lei è in grado di sostenere un Governo che ha al primo punto la riforma delle pensioni?
Il Governo è alla frutta ma i problemi del centro-sinistra non sono più rinviabili. C`è un ciclo che si chiude e l`antiberiusconismo non basta più, servono idee. Per quel che vale preferisco le elezioni però non vorrei che questa discussione coprisse il tema essenziale: quali idee ha il Pd. La nostra iniziativa serve a questo.

\n

Non mi ha risposto, concorda con le riforme che chiede l`Europa? E il Pd è in grado di sostenerle?
Mi ritrovo nella lettera della Bce. E non condivido l`atteggiamento prevalente del Pd che invoca l`Europa quando conviene e ne prende le distanze se propone riforme scomode. Dobbiamo essere coerenti: sulle pensioni è stato un errore del Governo Prodi abolire lo scalone-Maroni. Ora ci ritroviamo al punto dipartenza. Sono per estendere a tutti il contributivo: non è pensabile che a fronte di un allungamento della aspettativa di vita non si faccia nulla.

\n

Nel suo partito si preferisce parlare di un meccanismo di incentivi/disincentivi per non spaccare la sinistra.
Mi sembrano palliativi. Preferisco che contestualmente alla riforma delle pensioni si aboliscano i vitalìzi, come ha già proposto Enrico Letta. Un Parlamento non può legiferare sugli assegni dei lavoratori e non sui vitalizi dei deputati e senatori. Ora o mai più.

\n

La Bce mette nel mirino la spesa, da dove si comincia?
Dai costi della politica, dimezzamento dei parlamentari e dei consiglieri regionali, incluse le indennità, abolizione delle province. In questi dieci anni la spesa è cresciuta nonostante la stretta sugli enti locali. È come se ci fosse un rubinetto centrale rotto che perde. E questo comporta che paghiamo di più in interessi sul debito pubblico che in educazione: uno Stato che spende più per le colpe dei padri che per il futuro dei figli non ha orizzonti disviluppo.

\n

Debito pubblico uguale patrimoniale sui cittadini?
Dipende. Se avviamo il risanamento possiamo chiedere ai cittadini di partecipare a una “ricapitalizzazione” dell`Italia spa. Se lo Stato resta com`è, con un rubinetto che perde, i soldi finirebbero nel tubo rotto. Se facciamo le cose per bene la patrimoniale non è una tassa sulla ricchezza ma un`assicurazione sul futuro.

\n

Ma è di centro-sinistra fare le riforme chieste dalla Bce: dalle pensioni all`art.18?
La sinistra deve innovare. Non può difendere i diritti dei garantiti e lasciar morire gli esclusi. Chiedere a un lavoratore di lavorare un anno o due di più per avere un asilo nido in più, credo sia equo. E credo che preoccuparsi dei trentenni precari o dei cinquantenni espulsi dal mercato del lavoro sia più di sinistra che discutere dell`articolo 18. Rabbrividisco a sentire certe posizioni contro la lettera Bce lanciate da chi non prenderebbe voti nemmeno nel suo condominio.

\n

Perché ce l`ha tanto con la. Cgil e il sindacato?
Nel sindacato ci sono tante persone serie. Non mi convince però un sindacato che consolida la sua struttura con relazioni e servizi e che ha il 54% di iscritti tra i pensionati. Perché non ci sono i ragazzi? È normale che in un sindacato i lavoratori siano in minoranza?

\n

Come si sente trattato nel Pd, la sente l`insofferenza?
Il Pd? Quale Pd?

\n

Lo chiedo a lei.
Il Pd sono i suoi elettori, non i dirigenti chiusi in  via deI Nazareno. E gli elettori si esprimono con le primarie.

\n

Alla Leopolda scalda i muscoli per le primarie?
Da venerdì a domenica candidiamo le idee, non qualcuno. Le idee devono avere una faccia. Ce l`avranno.

\n

Se si vota nel 2012 si faranno le primarie? O sarà Bersani il leader?
Si devono fare, le facciamo pure per eleggere un segretario cittadino figurarsi per chi si candida a premier.