Matteo Renzi

Matteo Renzi star di twitter, il rottamatore diventa Big Jim

\n

Firenze, 14 settembre 2012 – Che Matteo Renzi fosse capace di mobilitare il web lo si era già capito ai tempi della prima convention dei rottamatori alla stazione Leopolda di Firenze, quando il sito con lo streaming dell’evento aveva fatto registrare un boom di accessi. E una conferma è arrivata ieri, d-day della corsa alle primarie del centrosinistra, con la prima tappa del tour che porterà l’ancòra-primo-cittadino di Firenze in giro per l’Italia. Camicia bianca e cravatta blu, sale sul palco di Verona, ed è subito un fragore di ‘cinguettii’. Su Twitter l’hashtag #Renzi scala la classifica dei top tweet, e ci resterà tutta la giornata. Detrattori, supporter sfegatati, e scettici: si spacca la platea virtuale del ‘ribelle’ del Pd. Lui, che non a caso si è rifiutato di utilizzare il logo del partito, è capace di suscitare odi e amori. A destra e a sinistra. Mischiando le carte, disorientando gli elettori.

\n

DESTRA O SINISTRA? – “Renzi è la nuova Dc”, twitta Veronica. Mentre Beppe commenta: “Finalmente un leader per il centrodestra”. Più incisivo il post di Castigamatt . “Renzi,che c…o ci fai a sinistra?”. E mentre il rottamatore giura fedeltà a Bersani e al Pd, dubbi sulla sua ‘naturale’ appartenenza politica arrivano dal caustico Maice. “Renzi ha incontrato gli operai. Ma non li ha riconosciuti”. Poi c’è il j’accuse: “Per lui  il partito è uno strumento”, chiosa Augusto. “Ha un merito di sicuro – taglia corto‘Stosottoaeraclio’ – quello di accendere il fuoco nel museo delle cere”. E così mette tutti d’accordo.

\n

PIOVONO AGGETTIVI – ‘Scandaloso’, ‘borghese’, ‘virale’. L’elenco degli aggettivi che descrivono Renzi non si esaurisce neanche in tarda serata.  Appellativi tra i più strampalati per inquadrare ‘il nuovo che avanza’: “E’ una strega molto bella e deliziosa”, sentenzia Vanesio citando nel suo tweet il cartone animato ‘Ransie’ (leggi Renzi). Ma è anche “un trojan”, “iggenio”, “l’alternativa”.

\n

ADESSO? – E fra i follower del sindaco più cliccato d’Italia abbondano i burloni, quelli che si divertono in sfottò, vignette e montaggi. Perché diciamolo, il personaggio, complice anche la sua vena autoironica, si presta. Bersagliatissima la scelta dello slogan “Adesso!”, che secondo molti Renzi avrebbe scopiazzato dalla campagna di Franceschini del 2009. Così, se il camper resta parcheggiato in doppia fila per pochi minuti, parte subito il tormentone – con tanto di foto –  “Matteo, sposta il camper, adesso!”. E ancora: “Renzi ha bisogno di uno speechwriter. Adesso”. “Chi vota Berlusconi venga da me? – twitta Adrea Donato – Renzi, faccia una bella cosa: da Berlusconi vada direttamente lei. Adesso!”.

\n

RENZI BIG GYM – C’è poi chi non gradisce la scelta del logo: “Quell’azzurro puffo glitterato è molto metrosexual”, sottolinea Valentina. E non è l’unica a ironizzare sull’operazione estetica che ha regalato al sindaco un’immagine nuova di zecca. Meno chili, più addominali. Rottamati occhiali e golf, Renzi opta per un completo Scervino. Un nuovo Big Jim, insomma, come lo dipinge gianni. Capolavoro di fantasia e di photoshop.