Matteo Renzi

Noi ci siamo. L’Italia c’è

Una strategia di politica estera degna di questo nome non può che mettere al centro dell’interesse italiano l’Africa, le sue potenzialità, le sue contraddizioni, le sue ricchezze. Oggi sono stato ad Addis Abeba e Nairobi, per affrontare temi come quello della cooperazione, della lotta a terrorismo, del contrasto a immigrazione, dell’impegno comune per il futuro. Inutile dire “Aiutiamoli a casa loro” se poi si tagliano i fondi e non si considera la politica estera una priorità.

L’Italia ha qualità straordinarie che purtroppo non valorizziamo a sufficienza. Quando facciamo missioni all’estero cerchiamo sempre di mostrare alcune di queste realtà. In Etiopia, ad esempio, abbiamo visitato uno dei cantieri più innovativi del mondo, la diga Gibe III. Un investimento straordinario che produrrà energia pari a quella di due medie centrali nucleari. Un’operazione pionieristica tutta siglata Made in Italy.

Nel settore dell’ingegneria e delle costruzioni abbiamo pochi rivali al Mondo. Eppure sembriamo spesso vivere solo di rimpianti. Il mio non è ottimismo banale, ma desiderio di coinvolgere tutti i nostri concittadini nell’impresa più grande: riportare la speranza!

L’Italia è molto più forte delle sue paure, molto più solida di qualsiasi difficoltà.