Matteo Renzi

Primarie, albo segreto (e i dirigenti del Pdl non possono votare)

corrierefiorentinoCambiano (ancora) le regole per le primarie. Per votare l’elettore dovrà sempre sottoscrivere l’appello «degli elettori dell’Italia bene comune», in cui c’è scritto che «vogliamo archiviare la lunga stagione berlusconiana e sconfiggere ogni forma di populismo», ma l’elenco non sarà diffuso né online né attraverso i media. «Sarà assicurato un livello elevato di sicurezza dei dati trattati», si legge nel nuovo dispositivo, al punto tale «che sarà ostensibile alle sole articolazioni organizzative dei soggetti componenti la coalizione, centralmente e per competenza territoriale, al solo fine delle verifiche dello svolgimento delle primarie». I renziani cantano vittoria. Ma non è l’unica nuova regola introdotta per evitare infiltrazioni dal centrodestra, sarà impedito a chi ha un ruolo attivo nel partito (assessore, consigliere comunale, dirigente) di partecipare al voto. La conferma arriva anche da Giacomo Bei, che ha seguito la trattativa per conto del sindaco di Firenze: «E giusto che sia così, anche io nelle mie memorie presentate al collegio dei garanti (presieduto da Luigi Berlinguer, ndr) l’ho chiesto. Gli elettori di centrodestra possono votare naturalmente, se però in coda trovi un consigliere comunale di Reggello del Pdl puoi farlo presente al probiviro presente a seggi il quale poi deve impedirgli di votare». Renzi, intanto prosegue il suo tour in camper. Oggi il Rottamatore sbarcherà in Sicilia: alle 15 sarà a Catania, al teatro Brancati, in via Sabotino 4. Alle 17, 30 sarà a Piazza Armerina (Enna), dove farà una visita al Palazzo Trigona. Alle 21 Matteo Renzi sarà al Palazzo dei Congressi (in piazza Badia) a Taormina. Domani invece andrà a Siracusa, sull’isola di Ortigia, subito dopo a Pozzallo (Ragusa), che ha dato i natali a Giorgio La Pira. Subito dopo Renzi proseguirà il suo tour a Gela (Caltanissetta), Licata (Agrigento) e Marsala (Trapani). Il giro per le primarie del Pd del Rottamatore si concluderà lunedì mattina a Palermo. Ad accompagnarlo ci sarà Davide Faraone, candidato sconfitto alle elezioni amministrative del capoluogo siciliano.

\n

D.A