Matteo Renzi

Rassegna stampa

Articolo 18? Bersani incalzi Monti su burocrazia e fisco

ilmattino

ilmattinoPer la crescita la riforma del lavoro da sola non basterà. Monti deve fare di più snellendo la burocrazia, conferendo tempi certi alla giustizia civile e abbassando la pressione fiscale.È su questo che Bersani dovrebbe incalzare molto di più il governo. È su questo che si gioca il futuro del centrosinistra e non sull’articolo 18, checché ne dica Vendola. È questo il pensiero di Matteo Renzi, sindaco di Firenze e rottamatore pd.

\n

Renzi: «Alle riforme di Monti manca l’anima, ma tocca a noi riempire il vuoto»

In un’ora di conversazione, Matteo Renzi non usa mai la parola «rottamazione». Al limite, insistendo un po’, lascia lì una battuta quasi pacifica «credo che dopo 25 anni in Parlamento ognuno dovrebbe sentire la necessità di lasciare posto ad altri: la politica non si fa solo a Montecitorio». Ma adesso «il discorso è un altro».

\n

“La data problema minore però guai farle saltare con la scusa dei tempi stretti”

La Repubblica logo

La Repubblica logoIntervista su La Repubblica del 17 ottobre Di Giovanna Casadio. ROMA — Sindaco Renzi, a lei farà piacere anticipare le primarie?
«Non è un problema di date, ma di metterci d’accordo sul significato delle primarie, se vogliamo cioè renderle un appuntamento burocratico, dove si va a scegliere l’uno piuttosto che l’altro in base alle simpatie, o invece una grande occasione di confronto sulle cose da fare».

\n

Renzi: “Il Pdl è travolto dalla crisi ma noi non cresciamo”

Il giorno dopo, Matteo Renzi non minimizza: «Le contestazioni? Ma figurarsi, io non ho problemi con i fischi, anche perché pretendere di far politica, sentendosi dir soltanto bravo, circondato dalla cortina di ferro degli adoranti, appartiene ad una mentalità dittatoriale». Ma il “ragazzaccio” di Firenze non è tipo da giocare soltanto in difesa e rilancia: «Il Pd, che è casa mia, deve star attento ad un atteggiamento pericoloso: cercarsi sempre un nemico, esterno o interno che sia…

\n

Matteo Renzi: «Bene la lettera della Bce il Pd deve essere coerente»

sole24ore2

Stretta sulle pensioni con l`estensione del metodo contributivo per tutti. Mettere la patrimoniale solo dopo aver tagliato la spesa pubblica. Liberalizzare le professioni, abolire il valore legale del titolo di studio. Anche queste idee faranno parte del “Big bang” di Matteo Renzi, l`iniziativa che partirà da venerdì a Firenze alla stazione Leopolda. Un presidio pre-primarie, ma lui nega.

\n

Giovani, Renzi: “In politica servono coraggio e spirito di servizio”

Smettere di pensare di dover solo “rispettare la fila”, non covare l’ambizione di “stare aggrappati a una poltrona” ma avere “coraggio per mettere in discussione incrostazioni passate” e scommettere in una politica come “spirito di servizio”. E’ il messaggio portato dal sindaco Matteo Renzi al Forum nazionale giovani, il raggruppamento trasversale di organizzazioni giovanili nato nel 2004, in corso a Firenze.

\n

Mobilità, protocollo tra Comune e Renault-Nissan per sviluppare quella elettrica

E’ bella, non inquina e non fa rumore: certo, al momento è un po’ più costosa della sua omologa ‘tradizionale’ e ha un’autonomia minore, ma nei prossimi anni ci sono tutte le premesse perché possa diventare una valida alternativa per gli spostamenti. E’ l’auto elettrica, protagonista di un protocollo d’intesa tra Comune di Firenze e Alleanza Renault e Nissan per lo sviluppo della mobilità elettrica.

\n

Renzi: io sono sotto attacco e il Pd tace

corrierefiorentino

Intervista con il sindaco a metà del suo mandato: la contestazione al Verdi, le primarie, il governo della città. Renzi: io sotto attacco, e il Pd tace e su Firenze: «Il mio disegno c’è, a partire dal Meccanotessile che restituisco al quartiere» di Paolo Ermini pubblicata sul Corriere Fiorentino del 9 settembre 2011 A metà del suo mandato da sindaco, e al centro delle cronache cittadine e nazionali, Matteo Renzi inizia la sua mattinata rispondendo su Firenze e sul suo futuro, solo qualche ora dopo la sonora protesta contro di lui al teatro Verdi da parte di decine di aderenti a centri sociali e Cobas. Sullo sfondo dell`intervista i bersagli ormai abituali del sindaco: sindacati e soprintendenze.

\n

 

\n