Matteo Renzi

Renzi a Rignano: “Qui ci sono i miei valori”

\n

 

\n

I valori con cui è nato e cresciuto, il rispetto per gli anziani, la lealtà di mantenere la parola data. Matteo Renzi, nella tappa di questa mattina a Rignano sull’Arno, suo paese di origine, ha spiegato quali sono i principi con cui è cresciuto e che si porta sempre dietro. “Sono a Rignano non solo per affetto, anche se questo c’è – ha detto Renzi – come ci sono i valori che da qui mi sono sempre portato dietro. Qui ho imparato a rispettare le persone più grandi, a dare del ‘lei’ a chi è più anziano. La rottamazione non è un fatto anagrafico ma politico, non è rivolta agli anziani ma a quei politici che siedono in parlamento da più di 15 anni e che hanno fatto cumulo di vitalizi“.

\n

Rottamazione non significa fare a meno del passato, tutt’altro. “Gli anziani – ha ribadito – sono saggezza ed esperienza. Rottamazione significa valorizzare la bellezza dei nostri valori, che nascono nella solidarietà, nella persona, nella famiglia, nella vicinanza con gli altri“. Renzi, che ha parlato nella piazza centrale piena di persone, ha ricordato suo nonno Adone, che lavorava come sensale nel Valdarno: “Mio nonno mi diceva che se dai la mano a qualcuno, e lo guardi negli occhi, quello vale più di un contratto“. “Un principio che per noi vale anche per la politica. Le promesse che abbiamo fatto le manterremo. Questo – ha spiegato il candidato alle primarie del centrosinistra – credo sia un grande messaggio che vale per noi oggi, per la politica. Non bisogna mai dimenticare che la più grande lealtà è la parola data“. Matteo Renzi ha poi aggiunto: “Io vengo da qui, sono una persona che nasce con i valori di un piccolo comune del Valdarno fiorentino, dove se c’è qualcuno in difficoltà tutti lo aiutano. Vorrei che ovunque fosse così“.