Matteo Renzi

Se il programma di Renzi è di destra, io sono John Wayne

\n

SursumCordadal blog “Sursum Corda” di Pietro Raffa

\n

Al di là delle antipatie/simpatie suscitate da Renzi, l’accusa più divertente che gli viene rivolta è quella di essere fondamentalmente uno di destra (e tutti lì a ricordare il pranzo di Arcore etc etc). Ora, siccome penso che nella vita contino i fatti (o meglio, in questo caso le intenzioni, poiché alla prova dei fatti, non avendo ancora fatto il Premier, Renzi non è stato chiamato), sono andato a leggermi il programma (o meglio: l’insieme di idee) scritto per la campagna delle primarie di centrosinistra. Per citare solo alcuni punti:

\n

– Ripensare la legge Fini-Giovanardi sui tossicodipendenti, introducendo forme di depenalizzazione.

\n

– Chi nasce e cresce in Italia è italiano.

\n

– La detenzione in carcere dev’essere limitata ai reati più gravi. Saranno incrementate le pene pecuniarie, le sanzioni interdittive, la detenzione domiciliare e gli strumenti risarcitori, riparatori e conciliativi come istituti estintivi.

\n

– Le fonti rinnovabili elettriche, alle quali l’Italia ha destinato incentivi considerevoli, devono continuare a svilupparsi, affrontando la sfida della grid parity, che deve essere stimolata da una adeguata regolazione, individuando il giusto punto di equilibrio con la necessità di contenere il costo dell’energia per le famiglie e le imprese.

\n

Per leggere l’articolo intero vai al blog.

\n