Matteo Renzi

Il Treno Pd in Toscana, 28 novembre

“Considerato come mi hanno trattato i carristi in passato, se il prossimo anno sarò poco rappresentato sui carri del Carnevale di Viareggio non è che poi mi dispiaccia”

L’ambiente, il vino, l’acciaio, il Carnevale, la ricerca e la salute. Il treno Pd continua il suo viaggio dentro le questioni vere, incontro alle persone che lavorano, studiano, si prendono cura degli altri.
Dalla bellissima Oasi naturalistica del WWF a Orbetello, alla Bolgheri dei versi carducciani ma anche terra d’eccellenze enogastronomiche come il grande vino Sassicaia; da Pisa, al centro universitario di ricerca di robotica e bioingegneria ‘Enrico Piaggio’, alla cittadella del Carnevale di Viareggio per un incontro con i maghi della cartapesta ma anche per portare un fiore in omaggio e nel ricordo delle vittime della strage ferroviaria del 2009. Infine Massa, all’Ospedale Pediatrico Capuano, noto come ‘l’ospedale del cuore’, un centro d’eccellenza per la cura delle patologie cardiache. Senza dimenticare i tanti incontri in stazione e a bordo del treno: con i lavoratori delle acciaierie Ex Lucchini, con i balneari e con i ragazzi che da ogni parte d’Italia partecipano attivamente a questo viaggio con il loro bagaglio di idee, proposte e progetti per il futuro.

“Un’esperienza faticosa ma che resterà nel mio cuore per la qualità e la quantità di persone che ho incontrato. Persone vere, in carne e osa. Persone belle, ricche di umanità”