Matteo Renzi

Enews 346 – 18 settembre 2012

Abbiamo deciso di lanciare il cuore oltre l’ostacolo, provando a riempire di contenuti, idee e partecipazione il percorso delle primarie del centrosinistra. Lo facciamo sapendo che è molto rischioso correre controvento, con quasi tutti i leader del nostro schieramento che fanno a gara – ogni giorno – a chi fa la dichiarazione più cattiva, più dura, più ostile. Ma lo facciamo sapendo che solo mettendosi in gioco possiamo cambiare l’Italia. E noi, rottamatori della prima ora, vogliamo sì cambiare il nome delle persone che stanno in Parlamento ma vogliamo soprattutto cambiare il destino dei nostri figli. 

Ci siamo messi in moto da qui, da Verona. Trovate il video integrale qui e la carrellata fotografica qui. Poi ci siamo mossi verso Longarone, come gesto simbolico (tra l’altro abbiamo incontrato Mauro Corona, che qui ha espresso un giudizio degli appuntamenti di cui gli sono grato) e poi verso Belluno, quindi abbiamo chiuso a Padova la prima tappa. Qui trovate il video del 13 settembre. Abbiamo toccato quindi Arma di Taggia (Imperia) e Savona: qui trovate le immagini, qui trovate il video. E poi Lucca, Sarzana (Spezia), Piombino: video, foto.

Adesso Piombino6

Ma lasciatemi dire che la parola speranza non viene da quello che stiamo dicendo noi. La parola speranza nasce da quello che state facendo voi. è impressionante la reazione che ci ha sommerso e inondato dopo Verona. Vengono i brividi a leggere le email che ci state e mi state mandando a matteo@matteorenzi.it E viene da pensare quando 17.500 persone si sono già registrate alla piattaforma di www.adessopartecipo.it; quando 450 comitati sono già pronti per essere costituiti (volete dare una mano? comitati@matteorenzi.it); quando centinaia di persone hanno già dato piccoli contributi (5-10-50 euro) per un totale di quasi 9.000 euro che servono per pagare il camper in modo trasparente e pubblico. Alla faccia degli scandali di cui leggiamo ogni giorno.

Io naturalmente continuo a fare il sindaco in questo periodo. E sul sito www.matteorenzi.it trovate l’elenco delle cose che stiamo facendo in città, dall’inaugurazione della casa della Caritas in San Paolino fino agli eventi di stasera come la Vogue Fashion Night Out. Anzi, invito i fiorentini a farmi conoscere le cose che non vanno, i problemi, le questioni aperte: siamo al lavoro come sempre, più di sempre.

Ma in questi giorni le piazze e i teatri che sono pieni di persone ci dicono che se vogliamo allargare la partecipazione, coinvolgere più persone, coltivare nuove energie, le primarie sono un’occasione straordinaria e strepitosa. Qualcuno vorrebbe eliminarle, altri circoscriverle: che errore! Per tutti questi motivi, chiedo al popolo delle enews un aiuto, una disponibilità, un impegno: non lasciate la politica ai politicanti. Mettetevi in gioco anche voi. Date un occhio alla prima bozza di programma che abbiamo presentato (www.matteorenzi.it) e diteci cosa cambiereste, cosa secondo voi manca, cosa può essere spiegato meglio. Se questa sfida sarà basata sulle idee e sui contenuti, sui progetti e sugli impegni, alla fine della competizione l’Italia sarà più forte. E il centrosinistra potrà finalmente fare ciò che promette, evitando di ripetere gli errori del 1996 e 2006, quando – dopo aver vinto – ci siamo messi a litigare tra alleati. La vera alleanza, stavolta, sarà con i cittadini. Sarà con le persone che andranno alle primarie, non con i soliti brontosauri.

 

Noi ci stiamo provando. Adesso!
Un sorriso,
Matteo