Enews 595, lunedì 14 ottobre 2019

Ciò che sta accadendo in Siria contro i Curdi è orrore puro.
Quel popolo è stato in prima linea per fermare l’estremismo dell’ISIS fino a qualche mese fa.
E adesso l’Occidente chiude gli occhi davanti alla scelta sciagurata della Turchia?

1. Dalla parte dei CURDI, contro la strage
Ciò che sta accadendo in Siria contro i Curdi è orrore puro.
Quel popolo è stato in prima linea per fermare l’estremismo dell’ISIS fino a qualche mese fa.
E adesso l’Occidente chiude gli occhi davanti alla scelta sciagurata della Turchia?
Assurdo!
Il regime di Erdogan va fermato.
Il blocco delle armi è il minimo sindacale: l’Europa deve subito imporre sanzioni economiche.
Chi ha visto le foto che stiamo ricevendo da Kobane è rimasto come noi senza parole.
Ma il popolo curdo, forte e orgoglioso, non ha bisogno di parole: ha bisogno della reazione immediata della comunità internazionale.
Chi vuole aderire alla nostra petizione al segretario generale delle Nazioni Unite, clicchi qui

2. Italia 2029, il decennale della Leopolda
Venerdì comincia la DECIMA LEOPOLDA. Nei prossimi giorni vi invierò un programma di massima. Intanto ringrazio chi sta aderendo, chi ci sta aiutando con idee e chi invia qualche euro per coprire insieme i costi della manifestazione, chi sta votando per il simbolo di Italia Viva, che sarà svelato proprio alla Leopolda sabato pomeriggio. La scelta è tra questi tre loghi. In un solo giorno hanno votato trentamila persone, con una partecipazione sorprendente anche per me.

3. Legge di Bilancio
Mi sembra che ci sia consenso unanime, finalmente, sul fatto che l’IVA non si tocca. Gran passo in avanti, davvero: tutt’altro che scontato fino a qualche giorno fa.
Abbiamo indicato le priorità di Italia Viva in questi articoli di qualche giorno fa (Sole 24 Ore e Corriere). In aggiunta a ciò che abbiamo già spiegato, molto semplicemente:

I. Evitiamo di fare mini-aumenti di tasse come una certa cultura troppo spendacciona vorrebbe fare. Prima che aumentare le tasse sul gasolio o sullo zucchero, tagliamo i costi. Pensate che oggi le spese per beni e servizi sono tra i 10 e i 15 miliardi in più rispetto a quando al Governo eravamo noi. Assurdo un aumento così rilevante, no? Si dovrebbe tornare al livello della spesa media del Governo Renzi. Ma in alternativa prendiamo i soldi dai tagli, non dalle tasse. Ad aumentare le tasse sono capaci tutti.

II. Quota100 è pensato solo per chi ha già diritti. Togliere quella misura per destinare i soldi alle famiglie e allo stipendio dei lavoratori sarebbe giusto. E molto utile. Via quota 100, più risorse ai figli e ai salari.

Siamo un Governo di coalizione, anche molto variegata, e lo sappiamo. Per questo presentiamo le nostre idee in modo trasparente e pubblico. E grazie a Teresa Bellanvoa e Gigi Marattin per il prezioso lavoro di queste ore

Pensieri in libertà.

a) Leggo questo articolo su Roma e penso che ha ragione il nostro Luciano Nobili quando chiede le dimissioni di Virginia Raggi. Altro che farle continuare il lavoro, come vorrebbe qualche nostro amico.

b) Alle municipali di Budapest primi segnali di inversione di tendenza per Victor Orban. Interessante, molto interessante. Il populismo mostra la corda anche nei paesi più sovranisti

c) Utilizzare questa fase di rendimenti negativi per stabilizzare il debito pubblico e mettere in sicurezza il Paese è una mia idea dal giorno 1 del nuovo Governo. Molto meglio di me l’ha spiegata oggi il prof. Fabio Pammolli in questo articolo. Pammolli sarà con noi alla Leopolda. Come sarà con noi il prof. Marco Fortis che ha preparato una presentazione davvero straordinaria.

Pensierino della Sera. Bellissimo vedere la Nazionale di calcio qualificarsi in anticipo per gli Europei. Complimenti a tutti a cominciare dal CT Mancini. Ma bellissimo anche vedere la Nazionale aprire le porte della delegazione al gemello di Mancini ai tempi della Samp, quel Luca Vialli che sta combattendo una durissima battaglia contro il cancro. Il volto provato, ma straordinariamente forte e coraggioso di Vialli, è un messaggio per ciascuno di noi. Forza Vialli! E grazie per questa testimonianza di vita che ci stai dando.

Un sorriso,
Matteo

PS Domani sera alle 22.50 su Rai1 andrà in onda il confronto con Matteo Salvini moderato da Bruno Vespa. Giusto per gli aficionados. E per tutti quelli che continuano a pensare che i due Matteo siano la stessa cosa. Lo sceneggiatore de “La Grande Bellezza”, Umberto Contarello, intanto ha un’idea diversa e la spiega in questa intervista.