Enews 555, sabato 15 dicembre 2018

E-News straordinaria per raccontarvi una piccola storia.
Che per me è però una grande gioia.
Questa sera va in onda la prima puntata del documentario su Firenze (Ore 21.25 Canale NOVE): Firenze secondo me (qui i primi due minuti).

Viviamo un tempo in cui la bellezza è sotto attacco.

Sembra più facile scommettere sulla volgarità, sulla mediocrità, sulla banalità.
Io continuo invece a credere nella bellezza che salva il mondo, per usare le parole di un grande scrittore russo.

Nella mia Firenze la bellezza si tocca, si incrocia, si respira.
Ho voluto dedicare l’estate – affiancato da straordinari professionisti che si sono presi cura nell’aiutare un “conduttore debuttante” – a girare in luoghi che sono conosciuti in tutto il mondo, ma provando a raccontarli in modo diverso. A dire perché questi luoghi sono importanti per il mio cuore. A raccontare le emozioni, non i dati tecnici.
Chi avrà tempo e voglia stasera potrà vedere allora perché la Madonna del Cardellino di Raffaello è così emozionante per me, perché una donna – l’Elettrice Palatina – ha salvato la storia e il futuro di Firenze, perché la strage mafiosa di via dei Georgofili anticipa gli atti di terrorismo degli estremisti islamici, come Palazzo Vecchio sia la casa della politica, perché la Torre di Arnolfo sia per Firenze la torre della libertà, come Sandro Botticelli dipinga la sensualità della bellezza femminile ma anche un’opera che contesta… le Fake News. E molto altro.
Dunque cultura, bellezza, mistero. Ma anche attualità. Ovviamente questa è Firenze Secondo Me.
Non pretendo di convincere nessuno, ma mi piacerebbe tanto che dopo la visione di questo documentario ci fosse la voglia di riflettere, discutere e naturalmente criticare (altrimenti non sarebbe Firenze!). Aspetto allora di conoscere i vostri pensieri su: matteo@matteorenzi.it.
Questo progetto avrà vinto se qualche fiorentino camminerà con più consapevolezza nella sua città. Se qualche non fiorentino avrà ancora più voglia di visitare la città del giglio.
Ma più in generale se tutti noi riusciremo a renderci conto di quale grande dono sia essere italiani, la patria della bellezza. E provare a vivere questa identità non nella lamentazione ma nel desiderio di migliorare e di fare di più.
Firenze Secondo Me va in onda stasera. Poi le altre tre puntate andranno in onda nelle prossime settimane, a cominciare da sabato prossimo quando entreremo nel Duomo, nell’Ave Maria di tutta la città come la chiamava Bargellini. E parleremo della cupola per la quale Brunelleschi rischia contro tutto e contro tutti. Ma anche del bellissimo Museo dell’Opera del Duomo, del Battistero, della Misericordia, dell’Istituto degli Innocenti, dei Pazzi. Tenendo insieme i vaccini, la pediatria, l’euro in cultura – euro in sicurezza, la pedonalizzazione con i grandi capolavori della genialità fiorentina.
Un passo alla volta, però. Oggi da Palazzo Pitti al Vasariano fino agli Uffizi e a Palazzo Vecchio.
Per chi è interessato:

  • Qui c’è un’intervista a Vanity Fair con Silvia Bombino in cui parlo della trasmissione.
  • Qui l’intervista a Quotidiano Nazionale con Davide Nitrosi in cui parlo anche di politica.
  • Qui una piccola rassegna stampa con gli articoli per adesso dedicati a Firenze Secondo Me.

Un sorriso,
a stasera se vi va.
Matteo
App Matteo Renzi