Enews 781, venerdì 15 aprile 2022

Siamo al cinquantesimo giorno di guerra in Ucraina. Ogni giorno è più chiaro un dato di fatto: la pace si costruisce solo con la diplomazia. Questa guerra atroce causata da Putin continua a seminare morte. Per fermarla serve un’azione diplomatica dell’Europa, che stringa un accordo di pace solido portando davvero al tavolo i due Paesi. Ma per farlo serve un inviato speciale autorevole e forte. Lo diciamo dal giorno 1. Siamo al giorno 50. Quanti morti occorreranno prima che ci si sieda davvero al tavolo della pace?

A chi mi chiede: "ma perché Italia Viva non usa toni più roboanti?", rispondo che noi siamo persone serie che credono nella politica, non negli show. Per chi vuole riflettere e ragionare, qui la mia intervista a Tg2Post di mercoledì scorso. La trovate su You Tube sul mio canale, mentre qui potete seguirci su Instagram. Qui, inoltre, c'è il mio canale Telegram. Abbiamo bisogno di un tam-tam dal basso, il passa parola di chi è convinto è il più efficace strumento di comunicazione.

"Il Mostro" è prenotabile online qui e, dal 10 maggio 2022, sarà in libreria.

In tanti dicono che dobbiamo esportare la democrazia. Argomento molto complesso, dall’Iraq in poi. Sarebbe affascinante parlarne in modo serio. Nel frattempo, potremmo valorizzare la democrazia a casa nostra. Nel corso del terzo seminario di Italia Viva, dal Senato, abbiamo rilanciato le riforme costituzionali e soprattutto l’elezione diretta del Premier, il cosiddetto Sindaco d'Italia (qui trovate la raccolta firme per chiedere il Sindaco d’Italia). Alla Leopolda 2022 (25-27 novembre, segnatevi le date) presenteremo formalmente la proposta costituzionale per l’elezione diretta del Premier. Come al solito, in quel luogo nascono idee che poi diventano sogni e leggi. Sarà bello ritrovarsi insieme ancora.

Intanto, abbiamo un grave problema di cui nessuno parla: l’immigrazione. Le donne ucraine – spesso laureate e ben formate – sono in una situazione di difficoltà enorme, nonostante un lavoro straordinario dei sindaci. Ne parleremo martedì, in uno speciale di Radio Leopolda che andrà in onda nel pomeriggio con alcuni sindaci, nostri parlamentari sensibili al tema ed esponenti del Terzo Settore. I numeri sono pazzeschi, superiori a quelli di qualsiasi ondata migratoria, ma nessuno ne parla: vogliamo fare alcune proposte su come trasformare questo problema in opportunità, come aiutare le persone, come sostenere associazionismo e comuni. Segnatevi dunque martedì 19 aprile, dalle 17 alle 18, su Radio Leopolda. E mi raccomando, fate circolare le App di Radio Leopolda, che trovate qui e qui: più gente le scarica sul telefonino, più arriviamo dappertutto con la forza delle idee.

Avete visto che cosa sta accadendo in Puglia? Il grande bluff di Michele Emiliano sta svelando infine il suo volto. Inciuci vergognosi, scandali messi a tacere, strani rapporti che vanno ben oltre il mondo politico. Nel libro “Il Mostro” - che uscirà nelle prossime settimane e che già potete prenotare online - sono sicuro che piacerà a molti il capitolo su come dei magistrati divenuti amministratori locali mi hanno combattuto alzo zero quando ero al Governo e lo hanno fatto distruggendo la credibilità delle loro amministrazioni. Non solo Emiliano, sia chiaro: per rimediare ai danni fatti da De Magistris, è dovuto intervenire lo Stato centrale, che paga i debiti fatti dall’ex sindaco di Napoli. Appuntamento con "Il Mostro". E un abbraccio solidale a tutta la comunità di Italia Viva in Puglia, massacrata ingiustamente perché non voleva votare Emiliano al grido di “porterete la destra al Governo”. No, la destra al governo in Puglia l’ha portata Emiliano.

Oggi è il venerdì santo e su Instagram ho postato una immagine che ho fotografato stamani alla mostra di Donatello in Palazzo Strozzi, a Firenze, dove sono andato assieme al sindaco Nardella e al direttore (bravissimo) Arturo Galansino. La Fondazione Palazzo Strozzi è il simbolo di come trasformare la cultura da buco nero (Firenze Mostre) a una storia di successo sotto il profilo educativo, valoriale, spirituale, economico. Ne riparleremo a settembre, tenevi pronti.


Un sorriso, auguri di Buona Pasqua a tutte e tutti! 


P.S. A chi vuole approfondire le questioni legate alle elezioni francesi e alla riforma del Csm, suggerisco la lettura di questa mia intervista a "la Repubblica".