Enews 965 giovedì 16 maggio 2024

Le attività ed i successi che portiamo avanti dipendono dall'impegno di ognuno di noi. Ogni contributo è importante.
dona italiaviva

Buongiorno a tutti.
 
Guardate questa foto. Bene. Non c’è spot più forte di questo per noi. Guardate Putin e Xi a Pechino. E chiedetevi come si fa a non volere gli STATI UNITI D’EUROPA.
È in gioco il futuro dell’Europa, non un sondaggio italiano.
Noi siamo gli unici a offrire un’idea, anzi un ideale.
E siamo gli unici se eletti ad andare DAVVERO a Bruxelles.
Dire no agli Stati Uniti d’Europa significa condannare il futuro dei nostri figli all’irrilevanza politica.
 
La campagna procede.
E sento crescere un clima fantastico.
Grazie a chi ci sta aiutando anche economicamente con le donazioni.
Grazie a chi sta facendo telefonate, a chi rilancia i contenuti che le nostre pagine social producono, a chi sta organizzando i gazebo per sabato e domenica. Grazie a chi sta recuperando i contatti, a chi vuol fare il rappresentante di lista ([email protected]), a chi dà una mano. Grazie a chi si sta impegnando dedicando tante ore alla nostra lista.
Stanno arrivando anche i materiali “Scrivi Renzi” e vi ringrazio personalmente per l’aiuto che state dando anche alla mia campagna elettorale sulle preferenze. Grazie a chi manda idee, domande e suggerimenti al TEXT RENZI (3347335300).
Ma soprattutto vi ringrazio perché state combattendo per un sogno.
Gli STATI UNITI D’EUROPA sono l’unica possibilità di restituire dignità alla politica italiana che altrimenti si perde nel wrestling del chiacchiericcio.
 
Ne volete una dimostrazione?
Il dibattito su Sugar Tax e Superbonus.
A un certo punto è uscita la notizia che Italia Viva era entrata in maggioranza perché abbiamo votato per non far entrare in vigore la Sugar Tax. Sono intervenuto stamani in Aula al Senato. E ho spiegato perché votiamo CONTRO la fiducia. Ma non siamo contro gli italiani. E dunque se si possono abbassare le tasse, noi lottiamo per abbassarle.
Se avete tempo vi prego di ascoltare l’intervento. Dura meno di dieci minuti e spiega perché noi siamo diversi dalla destra che fa solo annunci e dalla sinistra che vagheggia nuove tasse a cominciare dalla patrimoniale. Siamo gli ultimi realmente liberaldemocratici rimasti. E ne siamo fieri. Qui il link. Chi vuole cortesemente lo faccia girare soprattutto agli elettori di Forza Italia e Lega e agli elettori riformisti del PD.
 
Qualche link:
·  Canale di whatsapp, che ha superato quota 37MILA. È il contenitore in cui è più facile raccogliere e diffondere materiale. Segnalate il link agli amici che possono iscriversi.
·  La mia intervista a FACTANZA, uno dei new media più interessanti. Qualche mese fa avevo fatto Breaking Italy, come ricorderete (qui il link). Questi nuovi canali di comunicazione sono molto forti ed efficaci.
·  La mia intervista ad AFFARI ITALIANI.
·  Stiamo lavorando molto sui canali social, a cominciare da Instagram che cresce molto forte. Abbiamo su YouTube tutti i video ma stiamo diffondendo molte card sia sulla pagina di Italia Viva che sulla mia pagina. Per esempio questa sulle “DiffeRenzi” a proposito di tasse e Governo o questa su chi va in Europa e chi no.
 
Pensierino della sera.

Mi fa male vedere il premier slovacco Robert Fico in coma farmacologico. Come sapete è stato colpito da un’arma da fuoco in un attentato ieri. Riprovo il dolore provato già con un altro ex collega quale il giapponese Abe Shinzo. Ma spero che Fico si salvi. Quello che rimane è il dolore, l’angoscia di tutti i cittadini slovacchi, l’amarezza per la violenza politica che cresce ovunque. Anche nella nostra Europa, purtroppo. Però innanzitutto il primo pensiero va alla famiglia di Robert, ai suoi affetti, a chi in queste ore vive la disperazione più dura.
 
Un (amaro) sorriso,
Matteo
 
PS. DOMANI alle 18:00 ci vediamo con EMMA BONINO e GIANDOMENICO CAIAZZA all’Auditorium Antonianum a Roma, in Viale Manzoni, 1 (qui per registrarsi). Poi sul canale whatsapp vi aggiorno sull’Agenda dei prossimi giorni. È una sfida difficile e bellissima, la fatica si sente ma io sono entusiasta come da anni non lo ero. Non lasciamo la politica ai cinici e ai tecnici: riprendiamoci il futuro. E la lista Stati Uniti d’Europa serve esattamente a questo.