Renzi: "Più credibile Di Battista di Conte"

Intervista di Gerardo Greco, "Metropolis - la Repubblica", 13 ottobre 2021.  

"Io ritengo che il MoVimento 5 Stelle sia finito. I grillini devono decidere: o fanno il movimento anticasta, o fanno i moderati di governo. È quasi più credibile il posizionamento di Di Battista che non quello di Conte: riprendo una battuta di Di Battista, che ha detto che il M5S è nato francescano ed è finito Franceschini": così Matteo Renzi, ai microfoni di "Metropolis", serie di podcast a cura di Gerardo Greco, per il quotidiano "la Repubblica".

Nel corso del colloquio, Renzi ha toccato diversi temi di stretta attualità. "Meloni si schieri apertamente contro i movimenti neo-fascisti. Come è possibile che, nel 2021, non vi sia chiarezza fra un pezzo di destra estremista e un pezzo di rappresentanza parlamentare", ha spiegato, rispondendo a una domanda relativa ai recenti scontri a Roma, che hanno visto la devastazione della sede Cgil. "Si vada in parlamento, entro questa settimana, chiediamo sia calendarizzata subito la mozione di scioglimento", ha aggiunto Renzi, parlano della proposta di scioglimento di Forza Nuova.

Sul tema del Green Pass e della proposta di gratuità dei tamponi per chi non desidera vaccinarsi, Renzi ha ribadito la contrarietà di Italia Viva.

"Si dimetta oggi stesso dalla Consob", ha ribadito Renzi, interpellato sul caso Savona.  "Il presidente di un autorità indipendente in una Repubblica italiana, che non è la Repubblica delle Banane, non dice quelle cose lì. Dire quello che Savona ha detto porta immediatamente a chiedere, e io lo faccio nelle mie vesti da parlamentare, le dimissioni di Savona dalla Consob: dovrebbe andare a casa stasera. È folle ed è una ferita alle istituzioni italiane".

Sul Quirinale infine, "Le carte si scopriranno durante l'ultima settimana. Alla fine dell'anno mancano 9 settimane e mezzo, ci sono ancora carte coperte", ha detto Renzi.

Chi lo desidera può ascoltare il podcast qui di seguito.